Baconiadi 2018 – la cronaca

Buongiorno Baconiani e bentrovati alla cronaca della XXII edizione delle Baconiadi svoltesi domenica 27 maggio al Saini!

L’anno scorso iniziammo così….“questa volta è un numero ad impressionare ancora: record di partecipanti, mai visti 430 bambini della scuola Bacone al Saini….”. Ecco dobbiamo già ricrederci: quest’anno abbiamo battuto ancora questo record perché siamo arrivati a 440 iscritti, nuovo record di partecipazione….che dire, è ormai la festa della scuola di fine anno e non si può non esserci. Bravi Baconiani!!

Potremmo scrivervi delle gare, dei risultati, del caldo e della musica ma forse sapete già tutto. Quest’anno la riviviamo da un altro punto di vista: il genitore al gazebo. Ci vuole immaginazione ma ci proviamo….parleremo a nome di Claudio, nome inventato del papà di Sofia di classe terza.

Ore 8:30 REGISTRAZIONE BANCHETTI: sto finendo di montare il gazebo della mia classe e vedo la Commissione Sport al completo ai banchetti di iscrizione, c’è la solita ressa, lo speaker che incita a non tardare perché alle 8:45 si chiude….ce la faremo tutti? Ci proviamo ogni anno ma….purtroppo no, mi ha appena chiamato Filippo, un papà della mia classe che arriva tardi (- 1000 punti per lui), aspetta che corro a dirglielo ai banchetti sennò il suo bambino rischia di non gareggiare (1000 punti per me!!)….speriamo arrivi in tempo

 

Ore 9 SFILATA ed INIZIO GARE: silenzio improvviso: Lavinia Isella della 5 A al microfono legge il giuramento dell’atleta che sancisce ogni anno l’apertura delle Baconiadi dopodichè vedo un sacco di bambini felici che scalpitano al cancello che succede? Ma certo, uno dei momenti più belli della giornata, è la PARATA INIZIALE: sfilano tutti, saltano urlano ed incitano la propria classe, questo si che è spirito di gruppo….brave maestre (1000 punti anche a loro)! Questo lo si deve anche a voi. Sono in piedi sulle tribune e lo spettacolo è semplicemente commovente, i nostri bambini così felici non possono non riempire il cuore, batto le mani più che posso e tutto il pubblico fa come me, che emozione……finita la sfilata vado da mia figlia per abbracciarla ma la sua batteria viene subito chiamata per il salto in lungo e così iniziano le gare della mattina. Forza ragazzi è il vostro momento!

Il programma delle qualificazioni mattutineè appeso al muro, gli faccio una foto e lo mando sulla chat di WhatsApp della classe (altri 1000 punti per me!!), al gazebo tra un panino ed un caffè magari noi genitori ci distraiamo e non sentiamo la chiamata dello speaker! Devo stare attento perché l’orario è indicativo e quindi a volte anticipano o posticipano le gare. Nel frattempo mi godo le gare: dalle tribune la corsa 50m e salto in lungo si vedono molto bene, per il vortex devo ricordarmi l’anno prossimo di portarmi un bel binocolo (1000 punti per me…), ecco….questo me lo devo proprio segnare.

Mi avvicino al cancello perché tra un po’ mia figlia Sofia correrà i 50m: fa un caldo pazzesco ma noto che quest’anno i volponi della Commissione Sport ne hanno studiata una nuova: ombra per Anita sotto il gazebo che chiama le batterie e acqua fresca per i bambini in attesa delle gare….beh dai in fin dei conti non sono proprio degli sprovveduti, mi rendo conto che i bambini sono in cima alla loro priorità (1000 punti alla Commissione Sport).

In campo vedo tanti genitori con la pettorina STAFF, piacerebbe anche a me stare in campo, magari il prossimo anno do una mano pure io, ho sentito dire che è facile, divertente e soprattutto molto ben organizzato.

E poi c’è un vantaggio: mi posso vedere le gare dei ragazzi da pochi metri, anche quelle di Sofia….

 

Ore 13 GARA FRATELLINI: la sorellina di Sofia è all’ultimo anno di materna, la accompagno in campo perché è il suo momento……che dire….solo vederli correre questi bambini così piccoli mi viene da piangere di commozione, piccoli, carini, entusiasti….non vedono l’ora di gareggiare anche loro alle Baconiadi il prossimo anno. Che forti!!! (1000 punti alla Commissione Sport)

Ore 14 PESCA A PREMI: inizia finalmente la consueta pesca a premi,c’è il solito caldo tropicale….veramente una dura prova per tutti: al Saini l’ombra è solo sotto gli alberi mentre per l’estrazione dei biglietti si siedono tutti al sole….mah….da capire perchè: vengono estratti velocemente tutti i 35 biglietti fortunati e la bicicletta quest’anno la avrebbe vinta la maestra Anna, che però con un esempio di signorilità, rinuncia e fa estrarre un nuovo biglietto affinchè la bicicletta la vinca un bambino….complimenti alla maestra Anna (10.000 punti per lei).